Genova, Aspi: Corrosione su numero minimo cavi, capacità stralli garantita

Milano, 1 ago. (LaPresse) - "Le percentuali di corrosione riportate nella tabella della perizia depositata oggi confermano in realtà che la capacità portante degli stralli era ampiamente garantita, come hanno dimostrato anche i risultati delle analisi compiute dal laboratorio EMPA di Zurigo e dall'Università di Pisa. Quindi, l'eventuale presenza di una percentuale ridottissima di trefoli corrosi fino al 100% non può in alcun modo aver avuto effetti sulla tenuta complessiva del Ponte". Lo si legge in una nota di Autostrade sulla vicenda del crollo del ponte Morandi. "Infine, i periti di Aspi fanno notare come tutte le ipotesi sul crollo del Ponte o le presunte 'prove regine', emerse nel corso degli ultimi mesi, non abbiano trovato finora nessuna corrispondenza oggettiva nelle analisi e nelle evidenze disponibili, finendo via via per essere smentite dai dati oggettivi. Da ultima anche questa relazione dei periti del gip, nonostante evidenzi difetti costruttivi e condizioni di degrado compatibili con l'età dell'opera, viene letta in queste ore enfatizzando solo alcuni aspetti di degrado che non possono avere alcun nesso causale con il crollo del Ponte", conclude la nota di Autostrade.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata