Garlasco, pg chiede sesto processo per Stasi. Oggi sentenza

Roma, 12 dic. (LaPresse) - "Chiedo l'annullamento con rinvio per una questione di scrupolo e rispetto nei confronti del grido di dolore di tutte le parti. Il rinvio servirà per nuovi accertamenti prove e valutazioni". Con queste parole il pg Oscar Cedrangolo, ha chiesto nella requisitoria di ieri un nuovo processo per Alberto Stasi, unico imputato per l'omicidio di Chiara Poggi, uccisa a Garlasco nel 2007. La sentenza che arriverà oggi dal collegio presieduto da Maurizio Fumo, potrebbe non essere l'ultima. "Non sono in grado di stabilire se Alberto Stabile e colpevole oppure no", ha detto il pg secondo il quale va accolto sia il ricorso della difesa, che chiede l'assoluzione dell'imputato, sia quello della procura di Milano, che chiede 30 anni di carcere per l'ex bocconiano. Assolto in primo e secondo grado, Stasi è stato condannato a 16 anni di carcere nel processo di appello bis.

I giudici della quinta sezione penale di Cassazione sono convocati alle 9 di oggi, a Roma, per prendere una delle quattro decisioni possibili: annullare la sentenza di appello bis e istituire un nuovo processo per Stasi; assolverlo; confermare la sentenza di condanna a 16 anni di carcere stabilita nel precedente processo, o aggravarla come chiesto dalla procura di Milano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata