Frizzi, piazza del Popolo gremita ​per i funerali. "Addio combattente con il sorriso"
L'ultimo saluto al conduttore. Feretro accolto da un lungo applauso

Giovani, famiglie e anziani e tantissimi vip in lacrime. In migliaia hanno riempito piazza del Popolo allestita con maxi-schermo per l'ultimo saluto a Fabrizio Frizzi, morto domenica a 60 anni. Il feretro è stato accolto da un lungo e caloroso applauso. Gremita tutta l'area circostante alla Chiesa degli Artisti dove viene celebrato il funerale del noto showman. La gente, commossa, ha salutato Frizzi urlando "Fabrizio-Fabrizio" e ripetendo, come un mantra, "per noi era come un fratello". 

LEGGI ANCHE Frizzi, una vita sul piccolo schermo

"Oggi salutiamo un artista, un amico, un fratello. Fabrizio era consapevole della sua vita meravigliosa. Partecipava a tutte le manifestazioni di beneficenza. Oggi questa chiesa è assediata dall'effetto che tutti gli vogliono dimostrare. In Rai mi hanno confessato che negli ultimi mesi lo chiamavano 'Il combattente con il sorriso'" - ha detto durante l'omelia don Walter Insero - Lui amava le persone era sempre l'ultimo ad uscire dallo studio perché rimaneva a salutare a firmare autografi. Fabrizio sta raccogliendo quello che ha seminato. Non ci sono cose che arrivano così per caso. È stato un uomo generoso. Mi ha sempre colpito la sua capacità di compassione - ha aggiunto - lui sapeva gioire, esprimeva la purezza della sua anima e dei suoi sentimenti. Donava non solo qualcosa di materiale, ma lui riusciva a donare se stesso. Lo ha fatto con il midollo 20 anni fa. Lui ha lottato ma era sereno e sostenuto da Carlotta e dalla piccola Stella". 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata