Frana nel biellese: un morto. Allarme laghi Orta e Maggiore. Treni soppressi

Torino, 12 nov. (La Presse) - Una frana caduta a Crevacuore, nel biellese, ha travolto due persone. Una è morta, la seconda è ferita ed è stata portata dal 118 all'ospedale di Borgosesia. Sul posto stanno ancora intervenendo i vigili del fuoco. Il biellese è una delle zone più colpite dal maltempo in Piemonte nelle ultime ore.

Un'altra frana ha colpito Cellio, in Val Sesia, nel Vercellese. Non ci sono feriti ma la viabilità della zona è isolata. Anche varie zone della Val di Strona, nel Vco, sono isolate per frane o allagamenti. Nell'Alessandrino il fiume Bormida ha raggiunto il livello di attenzione ad Alessandria ed è stata disposta la chiusura cautelatiiva al transito auto sul ponte per Spinetta Marengo.

La vittima è un anziano di 70 anni, Brunello Canuto, che viveva a Crevacuore nei pressi della collina da cui si è staccata la frana. L'incidente è avvenuto in mattinata, quando l'anziano è uscito dalla sua abitazione perchè aveva visto del fango che scendeva dalla collina alle spalle della casa.

ALLARME MALTEMPO. E' allarme maltempo in Piemonte, dove, a causa delle continue precipitazioni, i laghi Maggiore e Orta sono esondati superando le soglie di pericolo. Anche alcune linee ferroviarie sono state interrotte a causa di frane e allagamenti. Dalle 23 di ieri si riscontrano disagi sulla linea Domodossola- Milano, a causa di uno smottamento tra Stresa e Belgirate. Circolano soltanto i treni regionali fino a Stresa e Arona, le altre tratte sono coperte da bus.

ALLARME LAGHI. Il lago Maggiore, già esondato ieri allagando Verbania Pallanza, ha raggiunto un livello di 6,24 metri. La soglia di pericolo era di sei metri. Soltanto nelle ultime 12 ore è cresciuto di 34 centimetri. A creare più disagi per la popolazione è il lago D'Orta, che ha raggiunto i 2,48 metri, crescendo nelle ultime 12 ore di 27 centimetri. Il lago è esondato allagando Omegna e i paesi vicini. I vigili del fuoco stanno eseguendo decine di interventi in tutte le frazioni, in particolare a Verta e Brughiere. Oltre a case allagate, ci sono anche auto bloccate per strada.


E' prevista nelle prossime ore una crescita ulteriore del lago Maggiore, di altri 50 centimetri. Preoccupazione anche nell'Alessandrino dove sono attese piene del Bormida e dell'Orba. Quest'ultimo, informa l'Arpa, ha raggiunto i livelli di attenzione a Basaluzzo e a Casal Cermelli ed è stazionario. La piena dell'Orba in queste ore sta transitando ad Alessandria, dove la Bormida ha un livello idrometrico in crescita, in avvicinamento alla soglia di pericolo. Nella notte si è verificata una piena ordinaria nel bacino dell'alto Tanaro dove adesso i valori sono in diminuzione. A Montecastello è stata raggiunta la soglia di attenzione. Si sono registrati incrementi del livello del fiume Po nelle sezioni da San Sebastiano (Torino) a Isola Sant' Antonio (Alessandria) con valori che restano però al di sotto della soglia di attenzione.


Nelle ultime 12 ore i valori delle piogge più significativi sono stati registrati a Piedicavallo (Biella) e Sabbia (Vercelli) con 115 millimetri, a Nebbiuno (Novara) con 77, a Sambughetto (Verbania) con 105, a Traversella (Torino) con 81, a Ponzone (Alessandria) con 79, a Ponte di Nava (Cuneo) con 70 e a Paruzzaro (Novara) con 72. Sono state superate le soglie di attenzione del torrente Sessera a Pray (Biella), dello Strona a Gravellona (Verbania), del Cervo a Quinto Vercellese (Vercelli), dell'Agogna a Momo (Novara), del Toce a Candoglia (Verbania) e del Sesia a Borgosesia (Vercelli). Anche il livello idrometrico dell'Elvo a Carisio (Vercelli) ha raggiunto la soglia di pericolo ed attualmente è stazionario.

FRANE E TRENI SOPPRESSI. Molte zone di Vco, del biellese e dell'alessandrino sono allagate e coinvolte da piccole frane. Dalle 23 di ieri la circolazione ferroviaria è interrotta sulla linea Domodossola-Milano a causa di una frana tra Stresa e Belgirate. Circolano soltanto i treni regionali fino a Stresa e Arona, le altre tratte sono coperte da bus. Dalle 7.20 di oggi la linea Domodossola-Novara è sospesa tra Orta e Gravellona Toce, sempre a causa di una frana tra Orta e Pettenasco.


Anche la linea ferroviaria Acqui Terme - Genova è bloccata a causa di una frana a Borzoli. I disagi non coinvolgono solo le ferrovie ma anche le strade. Molte sono state chiuse o per frane o per allagamenti nel Vco e nell'Alessandrino. In provincia di Alessandria sono state chiuse la Bosio-Mornese, la Gavi-Francavilla, la Oviglio-Bergamasco e la provinciale 160. Bloccata parzialmente la circolazione anche a Pietra Marazzi, dove alcune aree sono state evacuate per allagamenti e a Cassano Spinola, dove è crollato un fabbricato disabitato.

Nelle ultime ore i valori delle piogge più significativi sono stati registrati a Piedicavallo (Biella) e Sabbia (Vercelli) con 115 millimetri, a Nebbiuno (Novara) con 77, a Sambughetto (Verbania) con 105, a Traversella (Torino) con 81, a Ponzone (Alessandria) con 79, a Ponte di Nava (Cuneo) con 70 e a Paruzzaro (Novara) con 72. Sono state superate le soglie di attenzione del torrente Sessera a Pray (Biella), dello Strona a Gravellona (Verbania), del Cervo a Quinto Vercellese (Vercelli), dell'Agogna a Momo (Novara), del Toce a Candoglia (Verbania) e del Sesia a Borgosesia (Vercelli). Anche il livello idrometrico dell'Elvo a Carisio (Vercelli) ha raggiunto la soglia di pericolo ed attualmente è stazionario.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata