Forlì, violenza e truffa contro ragazza di Chernobyl: arrestata coppia
I due si erano comprati case e auto con i soldi che la giovane aveva incassato dopo un brutto incidente. E lui l'abusava da quando era minorenne

Si erano impossessati con la violenza e l'inganno di 2 milioni di euro versati da un'assicurazione a una ragazza Bielorussa, che ospitavano nell'ambito del progetto di accoglienza per bambini vittime delle radiazioni di Chernobyl. La polizia di Forlì ha arrestato una coppia di conviventi accusati a vario titolo di maltrattamenti, truffa, circonvenzione di incapace e violenza sessuale.

La vittima del raggiro è una ragazza di 23 anni che, dall'età di dieci anni, veniva ospitata dalla coppia tutte le estati. Nel maggio del 2014, appena maggiorenne, mentre si trovava in sella alla sua bicicletta, era rimasta vittima di un grave incidente stradale che le aveva causato un'invalidità dell'80% e per il quale l'assicurazione aveva liquidato oltre 2 milioni di euro come risarcimento del danno subìto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata