Forlì, uccide figlia disabile e poi si spara
Ha ucciso con un colpo di pistola la figlia di 45 anni, disabile fin dalla nascita a seguito di complicanze dal parto. Poi ha rivolto l’arma verso se stesso e si è sparato alla testa, ma non è morto. È accaduto a Meldola, nel Forlivese. Il padre della vittima, un pensionato di 73 anni, è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Cesena dove si trova in condizioni disperate. A scoprire il cadavere è stata la madre della vittima. Sul caso indagano i carabinieri. L'ipotesi al momento più probabile sarebbe quella di problemi economici: l'uomo non sarebbe più riuscito a pagare le cure assistenziali di cui aveva bisogno la figlia