Foggia, stop a giro di estorsioni ad autotrasportatori di pomodori
50 euro per far transitare i camion nell'azienda conserviera

Nella prima mattinata la polizia di di Foggia ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di concorso in estorsione aggravata dal metodo mafioso nei confronti di sei appartenenti alla nota batteria criminale dei Sinesi-Francavilla. Le indagini hanno rivelato numerosi casi di estorsione da parte del gruppo, che fa riferimento a Roberto Sinesi, ai danni di diversi autotrasportatori.

Questi, infatti, in attesa di trasportare il pomodoro all´interno del conservificio Princes per la successiva lavorazione e trasformazione, una volta entrati all´interno del parcheggio antistante l'azienda, erano costretti a versare una tangente di  50 euro a camion al fine di prevenire danni agli autoarticolati. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata