Foggia, bomba distrugge un negozio di intimo a Orta Nuova

L’ordigno ha provocato danni ma nessuno è rimasto ferito. La deflagrazione all’indomani della manifestazione antimafia organizzata da Libera

Un ordigno artigianale è esploso in provincia di Foggia a Orta Nova davanti a un negozio di intimo. Nessun ferito anche se il negozio in Corso Aldo Moro è stato pesantemente danneggiato: divelta la saracinesca, distrutta l'insegna, frantumate le vetrine. L'esplosione è avvenuta proprio all'indomani della grande manifestazione anti mafia organizzata da Libera a Foggia. La deflagrazione è avvenuta poco prima delle 6, sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri.

La bomba artigianale era una cosiddetta 'marmotta', ovvero un ordigno fatto di polvere pirica che viene solitamente utilizzato per scardinare i bancomat. Secondo chi indaga potrebbe trattarsi di un segnale di minaccia diretto al commerciante in un momento in cui la criminalità organizzata ha bisogno di soldi, anche a causa delle indagini che stanno portando a processo alcuni dei principali boss della mala locale. L'inchiesta è solo all'inizio e non si escludono altre piste compresa quella legata al traffico di droga. Sentiti dai carabinieri i titolari del negozio che non hanno precedenti, né avevano subito attentati del genere in passato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata