Firenze, Papa: Mi piace una Chiesa italiana inquieta e vicina a poveri

Firenze, 10 nov. (LaPresse) - "Mi piace una Chiesa italiana inquieta, sempre più vicina agli abbandonati, ai dimenticati, agli imperfetti". Così Papa Francesco a Firenze, nella basilica di Santa Maria del Fiore. "Desidero una Chiesa lieta col volto di mamma - aggiunge -, che comprende, accompagna, accarezza. Sognate anche voi questa Chiesa, credete in essa, innovate con libertà. L'umanesimo cristiano che siete chiamati a vivere afferma radicalmente la dignità di ogni persona come Figlio di Dio, stabilisce tra ogni essere umano una fondamentale fraternità, insegna a comprendere il lavoro, ad abitare il creato come casa comune, fornisce ragioni per l'allegria e l'umorismo, anche nel mezzo di una vita molto dura".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata