Firenze, muore a 10 anni durante intervento chirurgico: esposto dei genitori
Ora il team di Neurochirurgia ha richiesto un riscontro autoptico

Un esposto in procura per capire le cause della morte del loro figlio. Lo hanno presentato oggi i genitori di un bambino di dieci anni, fiorentino, morto sabato scorso all'ospedale pediatrico Meyer durante un intervento chirurgico. L'Azienda ospedaliera Meyer avrebbe avviato accertamenti subito dopo la morte del bambino e chiesto che venga svolto un esame autoptico.

Il piccolo, secondo le prime informazioni, era stato sottoposto alcuni giorni prima a un intervento neurochirurgico. Ma durante la degenza sarebbe emersa una grave patologia per la quale si sarebbe reso necessario un nuovo intervento chirurgico. "Il paziente, circa venti giorni fa - è scritto nella nota dell'azienda ospedaliera - era stato sottoposto a un primo intervento di chirurgia vertebrale dal team di Neurochirurgia. L'intervento non era stato portato a conclusione perché era emerso il sospetto sulla presenza di una grave patologia sottostante ed era cominciato l'iter diagnostico, comprese le indagini genetiche".

"Si era deciso di procedere a un secondo intervento - prosegue la nota - che il bambino purtroppo non ha superato, per complicanze intercorse: nonostante tutti gli sforzi, è deceduto in Rianimazione. Per un accertamento delle esatte cause del decesso il team di Neurochirurgia ha richiesto un riscontro autoptico. La Direzione e il personale dell'ospedale pediatrico Meyer esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia. La Direzione sanitaria sta svolgendo tutti gli accertamenti del caso".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata