Firenze, bomba contro libreria CasaPound: artificiere perde mano
L'ordigno esploso alle 5.30 aveva un timer, si indaga sulla matrice politica

L'ordigno esploso questa mattina a Firenze alle 5.30 aveva un timer ed era stato infilato tra le maglie della saracinesca della libreria Il Bargello, riconducibile a Casapound. Le indagini seguono la pista della matrice politica. Questa mattina la pattuglia della Digos, nel corso dei controlli su obiettivi sensibili, ha notato il pacco sospetto inserito nella serranda del negozio. La bomba è esplosa quando l'artificiere stava prelevando l'involucro per controllarlo. La deflagrazione lo ha investito ferendolo gravemente. Trasportato d'urgenza all'ospedale Careggi, è stato sottoposto a due interventi chirurgici uno alla mano sinistra e l'altro all'occhio destro.

Il primo intervento per la conservazione della mano non è andato a buon fine e all'artificiere è stata amputata la mano. L'intervento all'occhio, condotto dal Stanislao Rizzo, direttore di oculistica del Careggi, è durato tre ore e mezza. Nel corso dell'operazione è stato possibile ricostruire il bulbo oculare, ma la funzione visiva rischia di essere compromessa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata