Figlia di Riina chiede bonus bebè: Comune di Corleone dice di no
Il no è stato ribadito dall'Inps che non ritiene che Lucia Riina e il marito Vincenzo Bellomo abbiano un redito così basso

Lucia Riina, la figlia minore del superboss Totò Riina, ha gfatto domanda al comune di Corleone per ottenere il bonus bebè, un assegno riconosciuto a chi non ha redditi elevati. La minore dei quattro figli del 'Capo dei capi', in carcere dal 1993, fa la pittrice e publicizza i suoi lavori su internet.

Il comune di Corleone, sciolto per mafia e retto da tre commissari, ha respinto la richiesta della 35enne, perchè arrivata fuori dai termini previsti. Lo riporta 'Repubblica Palermo'. Il no è stato ribadito dall'Inps, che non ritiene che Lucia Riina e il marito Vincenzo Bellomo abbiano un redito così basso da poter accedere al bonus.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata