Ferrara, sequestrate villa e case per 13 milioni a 'nullatenente'
I beni risultavano intestatati a prestanome

La guardia di finanza di Ferrara ha sequestrato e sottoposto a confisca una villa e un immobile che un ferrarese, già condannato per reati di bancarotta fraudolenta, evasione fiscale, turbata libertà degli incanti, falso in atto pubblico e calunnia, aveva intestato a prestanomi. Il valore dei beni confiscati ammonta a 13 milioni di euro, fra cui un complesso immobiliare di particolare pregio costituito da una villa padronale con parco e piscina e altri tre edifici con decine di appartamenti, nonché abitazioni in pieno centro a Ferrara. Le indagini hanno consentito di accertare operazioni di compravendita e di attivazione di mutui, ottenuti sulla base di false perizie per aumentare il valore degli immobili, effettuate per frodare il fisco e per ottenere liquidità da investire in altri affari. Un ingente giro di denaro e proprietà nonostante l'imprenditore fosse formalmente nullatenente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata