Fermo, imprenditore muore durante rapina: 3 ricercati
Insieme al fratello è stato imbavagliato e potrebbe essere stato soffocato dal bavaglio troppo stretto

Rapina finita in tragedia a Sant'Elpidio a Mare, in provincia di Fermo, dove un uomo è morto dopo esser stato aggredito e imbavagliato da tre banditi. E' successo tutto nel pomeriggio di sabato, in Via Adige 20, dove la vittima, Stefano Marilungo, 65 anni, gestiva un'impresa funebre con il fratello Sergio, 73.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, i due fratelli sarebbero stati picchiati, immobilizzati e imbavagliati da tre rapinatori fuggiti subito dopo il colpo effettuato nei locali che ospitano l'agenzia funebre.

E' stato un vicino dei due fratelli ad accorgersi di quanto accaduto e a soccorrere e liberare le vittime, ma al suo arrivo, Stefano Marilungo era morto, forse soffocato dal bavaglio troppo stretto, o per un arresto cardiaco.

Sotto shock il fratello più anziano che è tutt'ora ricoverato e con il quale i carabinieri non hanno ancora potuto parlare. La sua testimonianza sarà fondamentale per trovare indizi che possano portare ai banditi in fuga. La ricostruzione dell'aggressione e le cause della morte dell'imprenditore sono al vaglio degli inquirenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata