Expo, tre nuovi progetti universitari sull'alimentazione

Milano, 14 nov. (LaPresse) - In occasione del ventennale del suo riconoscimento giuridico (1991–2011) la Fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi in collaborazione e con il coinvolgimento congiunto delle tre Università tradizionalmente sostenute - Bocconi, Cattolica e degli Studi di Milano – annuncia tre nuovi progetti di ricerca scientifica in sintonia con Expo 2015. E' quanto rende noto in un comunicato la fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi, spiegando che le tre università saranno coinvolte "in uno sforzo coordinato volto a fornire un contributo originale, scientificamente fondato, in coerenza con le finalità di Expo 2015, su argomenti fondamentali per l'umanità: la nutrizione umana, la produzione di cibo e la sua sostenibilità economica, sociale ed ambientale". Nel loro insieme i tre progetti richiederanno un finanziamento complessivo pari a 9 milioni di euro, interamente sostenuto dalla Fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi in totale assenza di contributi di terzi, sia pubblici, sia privati.

"Apprestandoci a presentare alla stampa questi importanti progetti di ricerca – ha dichiarato Anselmo Stucchi, Presidente della Fondazione Romeo ed Enrico Invernizzi – ci auguriamo che questa iniziativa rappresenti uno stimolo a sostenere la ricerca per tutti coloro che operano nelle realtà pubbliche e in quelle private. Nello stesso tempo, formuliamo l'auspicio che possa costituire un contributo concreto ed efficace alla piena realizzazione delle finalità di Expo 2015". In tale intento, ed avendo quale obiettivo di medio termine Expo 2015, le tre università hanno predisposto ciascuna progetti pluriennali che – essendo fra loro interconnessi – si dovranno regolarmente confrontare per rispondere più efficacemente ai seguenti obiettivi: istituire una Cattedra permanente 'Fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi' con interesse scientifico e strategico in 'Economia dello Sviluppo' (Università Bocconi); valutare la possibilità reale di produrre alimenti adeguati per quantità, proprietà nutrizionali, igienico–sanitarie e per sostenibilità ambientale, sociale ed economica (Facoltà di Agraria, Università Cattolica di Milano); valutare e gestire a distanza in modo integrato le variazioni dello stato nutrizionale nell'età evolutiva e nell'età adulta (Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Milano).

"Tali progetti testimoniano e confermano - sottolinea la fondazione - la lungimiranza della scelta della Fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi di mettersi al servizio del miglioramento della società, contribuendo al progresso della scienza e alla formazione delle nuove generazioni di ricercatori". Il contributo straordinario di 9 milioni si aggiunge alle normali erogazioni annuali per la ricerca di un milione e messo di euro. Dall'inizio della sua attività la Fondazione ha consegnato premi ai maggiori studiosi per 7 milioni di euro e ha fornito alle tre università Bocconi, Cattolica e degli Studi di Milano, risorse per la ricerca, per borse di studio e per il sostegno a giovani ricercatori per 13,5 milioni di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata