Expo, Cantone: Problemi tempi e extra costi anche per Palazzo Italia

Milano, 11 nov. (LaPresse) - "Su Palazzo Italia ci sono una serie di problemi che riguardano i tempi di realizzazione e si è discusso di come fare le semplificazioni sugli appalti in modo a rispettare i tempi". Lo ha affermato il presidente dell'Anac Raffaele Cantone lasciando la sede di Expo in via Rovello a Milano, dove ha incontrato il commissario unico Giuseppe Sala e il direttore artistico di Padiglione Italia Marco Balich. I particolare, per Cantone "c'è la necessità di riorganizzare completamente il meccanismo attraverso una semplificazione che può portare una rivisitazione del rapporto con la ditta che ha vinto l'appalto" che è Italiana Costruzioni.

Anche per Palazzo Italia, per il quale sono stati stanziati 18 milioni di euro, "ci saranno extra costi - ha spiegato Cantone - e saranno rilevanti". "L'idea - ha precisato - è quella di fare una sorta di meccanismo di variante su cui chiedere all'Avvocatura dello Stato un parere come abbiamo fatto per la piastra" per la quale la Mantovani, che si era aggiudicata la gara per 160 milioni di euro, ne aveva chiesti altri 170 per le modifiche in corso d'opera. Per Cantone "ci vuole chiarezza e delle linee guida sulla gestione sulle riserve passate e che le semplificazioni vengano fatte con un nuovo progetto che eviti per il futuro altre varianti. Bisogna provare a mettere un punto, risolvere il vecchio in tempi rapidissimi e individuare il nuovo". "Bisognerà fare velocemente - ha concluso - ma l'unica strada possibile è quella di utilizzare il metodo piastra".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata