Ex vertici Ior testimoni nel processo su attico Bertone
Le udienze sono rinviate al 19, 21 e 22 settembre

Ci sono anche Paolo Cipriani e Massimo Tulli, ex dirigenti dello Ior, tra i testimoni chiamati a comparire nel tribunale del Vaticano nel processo per la distrazione di fondi del Bambino Gesù per i lavori di restauro nell'attico dell'ex segretario di Stato della Santa Sede Tarcisio Bertone.

I due ex manager sono stati processati dal tribunale di Roma per riciclaggio in un processo legato a un'altra vicenda. Oltre a loro, sono chiamati a comparire Mariella Enoc, presidente della Fondazione Bambino Gesù, Tommaso Di Ruzza, direttore dell'Autorità Finanziaria del Vaticano (entrambi non presenti in aula questa mattina), Gianantonio Bandera, titolare della Castelli Re, ditta ora fallita che ha svolto i lavori nell'attico, Marco Bargellini (Capo del Servizio Edilizia Interna del Vaticano), Paolo Mennini (ex numero uno dell'Apsa- Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica). Non compare tra i testimoni invece l'ex segretario di Stato Bertone.

Le udienze per il processo agli ex manager del Bambin Gesù Giuseppe Profiti e Massimo Spina sono rimandate al 19 settembre alle 9, al 21 settembre alle 14 e al 22 settembre alle 14. Le prossime sedute erano previste per domani e sabato, ma il tribunale del Vaticano ha accolto le richieste di disamina dei documenti prodotti dall'attuale presidente della Fondazione Bambino Gesù, Mariella Enoc, chiamata a testimoniare dall'accusa.

Ieri Enoc, che oggi in tribunale non era presente, ha depositato una memoria con una serie di documenti allegati. Inoltre l'accusa chiede che il governatorato produca una copia dei registri della Fondazione e dell'Ospedale Bambino Gesù, perché manca l'indicazione di una sede della persona giuridica e della persona canonica.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata