Eurocontrol: guasto ai computer, rischio ritardi per il 50% dei voli europei
Lo ha fatto sapere l'agenzia che gestisce il sistema per il controllo del traffico aereo dell'Unione europea

Nuovi disagi aerei per i viaggiatori europei, a causa di un guasto informatico ai sistemi che gestiscono il traffico aereo. Secondo Eurocontrol, l'agenzia di Bruxelles incaricata di gestire i cieli europei, rischia la cancellazione il 50% dei voli nel continente, pari a circa 15mila viaggi. Diversi grandi aeroporti europei hanno avvertito i passeggeri di possibili problemi, invitandoli a verificare lo stato dei propri voli programmati. "Oggi 29.500 voli erano previsti sulla rete europea. Circa la metà potrebbe subire ritardi in conseguenza del guasto al sistema", ha informato Eurocontrol.

Il guasto è avvenuto il giorno dopo le festività pasquali, mentre moltissimi europei si stavano spostando  e durante il massiccio sciopero in Francia contro la riforma dei trasporti voluta dal presidente Emmanuel Macron. "Siamo molto dispiaciuti per l'inconveniente causato ai passeggeri in Europa oggi, tuttavia la sicurezza è la nostra priorità sempre. Stiamo lavorando duramente per garantire che la rete torni alle normali operazioni nel giro di ore", ha poi Twittato l'agenzia europea.

Eurocontrol, che copre 41 Paesi tra cui tutte le 28 nazioni europee più altre come Ucraina, Turchia e Norvegia, ha affermato di sperare che il sistema possa essere riportato alle normali funzioni entro oggi.   L'agenzia ha attribuito la causa a un "guasto al Enhanced Tactical Flow Management System", che traccia e gestisce la richiesta di traffico nel continente, e ha spiegato di aver attivato piani d'emergenza che hanno ridotto la capacità dei voli europei del 10%. Ha anche aggiunto che la causa è stata identificata, senza precisare quale sia. "Non ci è mai successo nulla del genere prima", ha commentato un portavoce di Eurocontrol.

Molti aeroporti europei hanno messo in guardia i viaggiatori sul rischio di ritardi. Schiphol ad Amsterdam ha parlato di "possibili conseguenze" sulle partenze, mentre Bruxelles ha annunciato che i decolli erano limitati a 10 ogni ora. Ritardi sono stati previsti anche dagli scali di Helsinki, Praga, Copenhagen e Dublino. L'aeroporto di Francoforte in Germania, tra i più trafficati d'Europa, ha parlato di conseguenze "limitate" ma ha aggiunto che gli aerei da Bruxelles sarebbero potuti "non esser in grado di arrivare". Il gestore dell'aeroporto Fraport ha parlato di "ritardi" ma di "nulla di drammatico", con "una puntualità sotto l'80%". L'operatore del controllo del traffico Deutsche Flugsicherung ha invece citato il rischio di un "circolo vizioso". Nessun problema è invece stato segnalato dagli aeroporti di Parigi e Roma, e neppure dagli scali spagnoli.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata