Estorce soldi e minaccia per anni un ragazzino: arrestato 20enne
E' successo ad Alessandria, la vittima di bullismo avrebbe pagato 10mila euro al suo aguzzino

Per anni ha perseguitato ed estorto denaro ad un ragazzino. Con questa accusa a un 20enne di Alessandria, con precedenti penali per reati contro il patrimonio, è stato notificato il divieto di avvicinamento e il divieto a uscire di casa dalle 20 alle 7. Le indagini sono partite a gennaio quando la vittima è riuscita a sporgere denuncia, ma gli atti di bullismo erano iniziati molto tempo prima, quando entrambi erano minorenni. Il 20enne chiedeva una sorta di 'pizzo' o di paga 'per lasciare in pace' al ragazzino con minacce e violenze fisiche. Se la vittima pagava si garantiva una sorta di protezione. Il rifiuto, invece, comportava umiliazioni e violenze nei più svariati contesti sociali.

La vittima era così assoggettata al suo aguzzino che aveva modificato tutte le sue abitudini di vita e non usciva più di casa per evitare di incontrarlo. Le richieste arrivavano anche a 500-600 euro a settimana ed è stata quantificata in 10mila euro la cifra pagata al 20enne. Soldi che il giovane era stato costretto a procurarsi portando via di nascosto l'incasso di giornata dal negozio dei genitori.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata