Estate, Anas: Domenica da bollino rosso, traffico intenso per esodo

Roma, 10 ago. (LaPresse) - Proseguono le grandi partenze anche in questa seconda domenica di agosto da bollino rosso, come previsto dall'Anas. Su tutta la rete stradale e autostradale la circolazione è aumentata dalle prime ore di questa mattina in direzione delle località di villeggiatura, ma anche per gli spostamenti brevi e di pochi giorni. Dopo la giornata di ieri, sabato 9 agosto, caratterizzata da forti volumi di traffico sulle direttrici nord e sud, oggi la circolazione dovrebbe mantenersi sostenuta per tutta la mattinata, ridursi nelle ore centrali della giornata e intensificarsi di nuovo in serata per i rientri dal week-end.

Oggi, alle ore 10, sulla rete Anas i flussi di circolazione più intensa si registrano sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, con 42 mila transiti (32 mila in direzione sud). Traffico meno sostenuto degli altri giorni a Roma, a testimonianza del fatto che molti sono già partiti per le vacanze: sul Gra i transiti sono 25 mila e sulla Roma-Fiumicino 18 mila. Traffico in aumento verso i valichi di frontiera della Slovenia, con 12 mila transiti sul Raccordo autostradale 13 per Fernetti, e sulle direttrici delle vacanze, che hanno fatto registrare una media di 10-11 mila transiti, come la SS36 "del lago di Como e dello Spluga" a Lecco, la SS14 "della Venezia Giulia" verso Jesolo, la SS77 "della Val di Chienti" a Civitanove Marche, la SS1 "Aurelia", nel tratto laziale e in Toscana a Cecina e a San Vincenzo, la SS714 Tangenziale di Pescara, la SS18 "Tirrena Inferiore" nel salernitano, la statale 101 nel Salento, la SS16 "Adriatica", in particolare nella zona di Brindisi, la statale 379 "Egnazia e delle Terme di Torre Canne" nel brindisino, la 106 Jonica in Calabria, in Puglia e in Basilicata, la A19 Palermo-Catania a Bagheria, la A29 Palermo-Trapani.

Traffico molto intenso anche sulla SS16 nella zona di Bari. Al momento si segnalano rallentamenti, per traffico intenso, sulla statale 20 "del Colle di Tenda e di valle Roja", in direzione Francia, sulla statale 16 "Adriatica", in Abruzzo, Marche ed Emilia Romagna, sulla statale 7 Appia in Campania, Lazio e Basilicata, sulla statale 18 "Tirrena Inferiore", in Campania e Calabria, sulla statale 36 in Lombardia, sulla statale 309 "Romea" in Emilia Romagna, sulla statale 125 "Orientale Sarda" in Sardegna e sulla A29 "Palermo-Mazara del Vallo", in Sicilia.

Traffico molto intenso anche sul Raccordo Salerno-Avellino, tra la barriera di Mercato San Severino e Lancusi, in direzione Salerno. Sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria la circolazione è intensa ma scorrevole in direzione sud, dalle prime ore di questa mattina. Al momento si segnalano alcuni rallentamenti solo tra i km 142 e 148, tra Lauria Sud e Laino Borgo, in corrispondenza del cantiere inamovibile. Agli imbarchi di Villa S. Giovanni la situazione è tornata alla normalità dopo la mezzanotte di ieri ed è stato riaperto al traffico lo svincolo autostradale, in direzione sud, chiuso su disposizione della Polizia stradale per consentire lo smaltimento delle code ai traghetti.

Nel Comitato operativo di viabilità convocato ieri nella Prefettura di Reggio Calabria è stato deciso attuare il provvedimento di chiusura dello svincolo solo se verranno decretate le due ore di attesa agli imbarchi dei traghetti per la Sicilia. Ove questo accadesse, il traffico in direzione sud verrà deviato allo svincolo successivo di Campo Calabro, dove è prevista una sosta temporanea nell'area di stoccaggio e, a fasi alterne, i veicoli saranno dirottati sulla carreggiata nord fino allo svincolo di Villa San Giovanni.

In Veneto resta chiusa la strada statale "Carnica" nel tratto compreso tra Cima Gogna/Innesto SS48 "delle Dolomiti" (chilometro 79,3) e Santo Stefano di Cadore (chilometro 88,8), in provincia di Belluno, a causa di una caduta di materiale terroso verificatasi per le avverse condizioni meteo di ieri. Sul posto è presente il personale Anas per la gestione del traffico che al momento viene deviato, in entrambe le direzioni, sulla viabilità locale attraverso il passo di Sant'Antonio. Sul tratto della statale sono in corso i lavori per la rimozione del grande quantitativo di materiale riversatosi sulla sede stradale e per la messa in sicurezza del versante.

Rallentamenti con code si registrano tra i chilometri 39,300 e 36,500 del Grande Raccordo Anulare, per un incidente al chilometro 36,500. Per la giornata odierna rimane in vigore fino alle ore 23 il divieto di transito sulla rete stradale e autostradale per i mezzi pesanti con massa superiore alle 7,5 tonnellate, al di fuori dei centri abitati. La giornata di ieri, come da previsioni, è stata la più trafficata della stagione, con grandi volumi di circolazione, sostanzialmente in linea con i dati del 2013, avendo registrato un incremento dei transiti nella mattinata e nel pomeriggio (+4%) e una riduzione in serata. Prima per traffico delle strade gestite dall'Anas è di nuovo l'autostrada 90 Grande Raccordo Anulare, sulla quale sono transitati oltre 130 mila automezzi, in gran parte in uscita dalla capitale.

Seguono con circa 110 mila transiti l'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria (quasi 80 mila in direzione sud, in linea con lo scorso anno), con 67 mila transiti la Roma-Fiumicino, con 65 mila transiti ciascuna la SS36 in Lombardia e la statale 1 "Aurelia" nel livornese, con 53 mila transiti il Raccordo autostradale 13 verso la frontiera con la Slovenia, con 51 mila passaggi il tratto laziale della statale 1 "Aurelia" e con 50 mila la SS77 "Val di Chienti" nelle Marche. La SS1 "Aurelia" è stata la principale strada delle vacanze, raccogliendo ampi flussi di circolazione in Lazio, in Toscana e in Liguria. Il calendario completo dei giorni di traffico intenso è disponibile suwww.stradeanas.it. Per viaggiare informati, l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile 24 ore su 24 sul sito web http://vai.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in `App store` e in `Play store`.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata