Estate, affittano stanze per le vacanze via internet: ma è una truffa

Bari, 25 ago. (LaPresse) - Truffato via internet, versa la caparra, ma dell'appartamento affittato non c'è traccia. Voleva fare una vacanza a Gallipoli, in provincia di Lecce, con cinque amici, così da Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, un ragazzo di 21 anni si è messo in rete ed ha individuato un'inserzione allettante. Ha contattato quello che lui credeva essere il proprietario dell'immobile prima via web e poi telefonicamente. A giugno ha persino versato la caparra di 350 euro, la metà della somma pattuita per la vacanza che sarebbe dovuta durare una settimana, dal 10 al 17 agosto. Poi ha firmato il contratto e lo ha girato alla controparte. Ma, all'appuntamento a Gallipoli, all'indirizzo dell'appartamento, non c'era nessuna casa nè l'inserzionista ad aspettarlo.

A risolvere la situazione i carabinieri di Gallipoli che sono riusciti a risalire al truffatore, un 34enne di Cerignola, in provincia di Foggia.

L'uomo, nonostante avesse fornito false generalità, è stato identificato e denunciato per truffa e sostituzione di persona. Solo qualche giorno fa, disavventura analoga nel tarantino per un gruppo di turisti di Massa Carrara in Toscana. I quattro avevano prenotato una camera per una settimana in un Bed & Breakfast a San Pietro in Bevagna, ma si sono visti rifilare uno scantinato. Questa volta l'immobile c'era, la camera anche, ma era già stata affittata. A loro è toccato una sorta di vano tecnico con due finestrini e servizi igienici fatiscenti. Hanno scelto di andare via e di cercare un albergo, questa volta visitando prima la sistemazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata