Esselunga, lunedì mattina supermercati chiusi per scomparsa Caprotti
Il fondatore della grande catena di supermercati è morto all'età di 90 anni

Lunedì mattina tutti i negozi Esselunga rimarranno chiusi in segno di lutto per la scomparsa del patron Bernardo Caprotti, morto ieri a 90 anni. Lo annuncia la stessa azienda in una breve dichiarazione ufficiale. I punti vendita che resteranno chiusi fino alle 12 sono 150. I funerali di Caprotti si svolgeranno in forma privata. Nato il 7 ottobre 1925 da una famiglia di industriali tessili, Caprotti, dopo la laurea in legge, concentra i suoi studi sul settore dell'industria del cotone e della meccanica tessile. Nel 1957 si presenta poi l'opportunità di partecipare alla fondazione della prima società di supermercati in Italia, iniziativa di Nelson Rockefeller. Da lì, progressivamente, il successo nella grande distribuzione.

LEGGI ANCHE 'Addio a Bernardo Caprotti, patron di Esselunga'

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata