Esplode palazzo nel barese: 3 morti

Conversano (Bari), 7 giu. (LaPresse) - Un'intera famiglia, costituita da padre, madre e figlio di 18 mesi è morta e dieci persone sono rimaste ferite nella drammatica esplosione che questa mattina si è verificata nel centro di Conversano, comune della provincia barese, a seguito della quale sono crollate due palazzine. Sui motivi dell'esplosione non ci sono certezze, ma potrebbe trattarsi di una fuga di gas, ancora non è chiaro se gpl o metano. La famiglia che ha perso la vita nell'incidente era costituita dal conversanese Bernardo Vitto, da sua moglie, di origini olandesi, e dal loro figlioletto di 18 mesi: si trovavano lì in vacanza. I loro corpi sono stati trovati nel pomeriggio sotto le macerie. Salvata invece una coppia di nazionalità albanese che era rimasta bloccata in casa dal crollo.

Nonostante si siano concluse le operazioni di soccorso dei feriti, 10 in totale, nessuno in gravi condizioni, e di ricerca dei dispersi, coordinate dal 118, via di Calata Signorella rimane completamente chiusa dalle macerie. "Il boato è stato sentito in tutta la città, era anche in corso una manifestazione con dei bimbi delle elementari, ma per fortuna non erano lì", ha raccontato Giuseppe Lovascio, sindaco di Conversano.

Una decina le palazzine che sono state dichiarate inagibili nell'area in seguito all'esplosione, spiega il comandante della polizia municipale di Conversano, Giovanni Di Capua. Si tratta per ora, precisa, solo di un conteggio parziale perchè i tecnici sono ancora tutti al lavoro. Il problema è trovare ora una sistemazione per tutte le famiglie che non possono rientrare a dormire in casa. "Ci stiamo preparando ad accoglierli tutti in strutture vicine", ha detto Di Capua.

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al sindaco di Conversano, Giuseppe Lovascio, il seguente messaggio: "Profondamente colpito dal tragico bilancio del crollo di due palazzine, avvenuto questa mattina in Via Zingari, esprimo i sentimenti di commossa e affettuosa partecipazione al dolore della famiglia delle vittime e rivolgo ai feriti gli auguri di una pronta guarigione, manifestando all'intera comunità di Conversano la mia vicinanza".

"Un altro botto in un centro storico meraviglioso, come quello della città di Conversano", ha commentato il presidente della Puglia, Nichi Vendola, parlando con i cronisti a Roma, davanti a Montecitorio. "Noi possiamo dire - ha sottolineato - che i soccorsi sono stati tempestivi. In queste ore le associazioni dei volontari stanno supportando l'azione puntuale della protezione civile, dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata