Erdogan incontra Papa Francesco: al centro lo status di Gerusalemme
Il presidente turco vede anche Gentiloni e Mattarella. Polemici Salvini e Meloni: "Vergognoso ospitarlo"

Inziata la visita in Italia del presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan. Arrivato ieri in serata, Erdogan lascerà l'Italia oggi nel tardo pomeriggio.

Il primo colloquio, durato oltre 50 minuti, è stato quello con Papa Francesco. Il presidente, arrivato dal Papa con oltre dieci di minuti di ritardo, lo ha salutato in inglese e il Pontefice gli ha risposto in italiano. Poi in turco, con la traduzione di un interprete, ha ringraziato il Papa, che lo ha invitato in Vaticano, per "l'interesse". In cima all'agenda del colloquio lo status di Gerusalemme, i migranti e i diritti umani.

"Sono state evocate le relazioni bilaterali tra la Santa Sede e la Turchia e si è parlato della situazione del Paese, della condizione della Comunità cattolica, dell'impegno di accoglienza dei numerosi profughi e delle sfide ad esso collegate. Ci si è poi soffermati sulla situazione in Medio Oriente, con particolare riferimento allo statuto di Gerusalemme, evidenziando la necessità di promuovere la pace e la stabilità nella Regione attraverso il dialogo e il negoziato, nel rispetto dei diritti umani e della legalità internazionale", fa sapere la Santa Sede.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata