Equipaggio: Comandante non lasciò nave

Torino, 15 gen. (LaPresse) - "Sono Katia Keyvanian, imbarcata il giorno 13-1 per sostituire la collega del Concordia. Vorrei poter rispondere alla marea di idiozie e falsità che sono state dette. Abbiamo evacuato, al buio, con la nave piegata su un fianco 4000 persone in meno di due ore. Gli incompetenti non sono in grado di fare questo. Non è vero che il comandante è sceso per primo, io ero sull'ultima lancia, e lui rimasto attaccato alla ringhiera al ponte 3, mentre la nave affondava". Sono le parole scritte sul blog 'Saveale.it' da un membro dell'equipaggio della Costa Concordia, che smentisce così le voci che vogliono che il comandante Schettino abbia abbandonato la nave prima che fosse evacuata di tutti i suoi passeggeri.

"Io ero sulla lancia, che mentre si allontanava, stava per essere schiacciata dai paranchi della nave che affondava e stava per sfondare il tetto della nostra lancia - continua Katia Keyvanian -. Abbiamo tirato su in lancia un sacco di ospiti che erano finiti in mare, e mentre spogliavamo una ragazza bagnata per coprirla con la coperta termica, un ospite ci faceva un filmino con il telefonino. Vergognatevi".

"Noi ci siamo adoperati per gli ospiti, per salvarli, portarli in sicurezza, se sono salvi, è merito solo nostro, di tutto l'equipaggio, che ha fatto di tutto - continua lo sfogo del membro dell'equipaggio -. Non vogliamo essere ringraziati, no, abbiamo fatto solo il nostro dovere, ma non vogliamo nemmeno sentire tutte le fesserie, bugie, menzogne, tanto per fare lo scoop, o fare una trasmissione che sono state dette". Colgo l'occasione per ringraziare tutti gli abitanti dell'isola del giglio, anche il sindaco, che è salito a bordo, a verificare la situazione. Ringrazio con tutto il cuore tutti gli abitanti dell'isola che si sono adoperati per tutti noi, con massima diponibilità, dandoci le loro coperte colorate, fatte all'uncinetto. Cercando dei carica batterie per il cellulare, e tanto altro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata