Ente protezione animali: Serve rete globale a tutela diritti animali

Roma, 10 dic. (LaPresse) - Una rete normativa globale a tutela dei diritti degli animali. La torna a chiedere l'Ente nazionale protezione animali (Enpa) in occasione della Giornata internazionale degli animali, che ricorre oggi mercoledì 10 dicembre. A fronte di una sensibilità animalista che sta crescendo in tutto il mondo, secondo l'Enpa continuano ad esserci ancora troppe disparità a livello normativo tra i vari Paesi, che finiscono, proprio a causa della mancanza di una disciplina comune, per agevolare il lavoro dei trafficanti. Ne sono un esempio il commercio illegale di specie protette o il traffico di cuccioli di cane dall'Est Europa. Per questo, l'Enpa sta svolgendo un'azione di pressione sulle istituzioni internazionali, in particolare in ambito europeo, affinché venga adottata una strategia ed una linea giuridica comune per la tutela degli animali.

Da un punto di vista strettamente operativo, l'Enpa ha condotto oltre-frontiera operazioni di soccorso in favore di animali in difficoltà. In Bosnia ha collaborato con le autorità locali per portare avanti un programma di sterilizzazioni finalizzato a contrastare il randagismo; in Kosovo e Albania, i volontari hanno recuperato, messo in sicurezza e trovato famiglia a numerosi randagi; in Libia, durante il conflitto bellico, l'Enpa ha distribuito aiuti e medicinali per gli animali detenuti nello zoo di Tripoli, salvando molti di loro da una morte certa per fame. L'associazione ha inoltre promosso una campagna internazionale per spingere il sindaco di New York, Bill De Blasio, all'adozione di politiche 'no kill' nei rifugi della città dove, trascorso un breve periodo di permanenza, cani e gatti randagi vengono uccisi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata