Emergenza topi a Roma, Raggi: Multe più salate a chi sporca
Sopralluogo della neo sindaca a Tor Bella Monaca per il proliferare di ratti tra i rifuti

E' emergenza topi tra i rifiuti a Tor Bella Monaca, e dopo le proteste dei cittadini, anche sui social, la neo sindaca della capitale Virginia Raggi è andata a fare un sopralluogo in quartiere. "Mi aspetto anche il tuo impegno per la raccolta differenziata", ha detto a un bambino della zona, dopo un video, diffuso su YouTube e diventato subito virale, in cui alcuni ragazzi hanno fatto una conta dei ratti tra l'immondizia, avvistandone ben 25 in cinque minuti. "Sarò chiara: a chi crede di poter trattare Roma come una pattumiera consiglio prudenza, perché nei prossimi giorni con la giunta metterò al vaglio l'ipotesi di un duro incremento delle sanzioni nei confronti di chi si macchia di comportamenti lesivi per le persone e l'ambiente", ha scritto invece su Facebook la prima cittadina, aggiungendo di avere l'intenzione di inserire "penali per i dirigenti Ama".

Intanto, è stato revocato lo sciopero nazionale di 48 ore dei circa 50mila lavoratori dell'igiene ambientale, dei quali 7mila dell'Ama, indetto per mercoledì 13 e giovedì 14 luglio. Le parti hanno trovato un accordo sul rinnovo contrattuale. Una decisione accolta con soddisfazione anche da Raggi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata