Eataly inaugura nuovo store a Milano, cittadini in coda

Milano, 18 mar. (LaPresse) - C'è una lunga coda davanti alle porte del nuovo store di Eataly che ha aperto le porte al pubblico questa mattina in piazza XXV Aprile a Milano. A tenere a battesimo l'ultimo nato tra i punti vendita di Eataly sono stati il patron Oscar Farinetti, l'anima di Slow Food Carlo Petrini, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, che hanno tagliato il nastro del nuovo store. All'inaugurazione, in occasione del 166esimo anniversario delle Cinque Giornate di Milano da cui è partito il Risorgimento, hanno partecipato tra gli altri Elio Fiorucci, Milly Moratti, Vittorio Sgarbi, l'attrice di origine turca Serra Yilmaz e il cantante Alberto Fortis che si è esibito al pianoforte. Nello store è stato allestito un palco, che ricorda quello originale del Teatro Smeraldo, e trovano posto anche le librerie Coop.

"Ogni Eataly che apriamo è legato a un valore: Eataly Smeraldo è dedicato alla musica. Non possiamo far dimenticare un luogo come lo Smeraldo, dove hanno cantato Bob Dylan e Ray Charles: per questo resterà il palco che ospiterà show e concerti - ha spiegato Farinetti - Eataly ha l'obiettivo di ridare vita a luoghi di pregio come ex librerie, ex teatri che oggi chiudono nel nostro Paese, vogliamo dare uno stimolo all'Italia di oggi per rinascere". Un progetto che Farinetti ha voluto condividere anche con Gianmario Longoni, ultimo discendete della famiglia che per anni ha gestito il teatro Smeraldo, nato nel 1942, e dove si sono esibiti tra gli altri Mina e Celentano.

Molti gli artisti che si alterneranno sul palco al 19 al 22 marzo, a partire da giovani musicisti come Jack Savoretti, Giulia Mazzoni, Marco Sbarbati, Selene Lungarella, Roberta Di Lorenzo e tanti altri. Con un investimento di circa 40 milioni, compreso l'immobile, oggi gli spazi rinnovati danno lavoro a 350 giovani in oltre 5.000 metri quadrati suddivisi in tre livelli tra vendita, ristorazione e didattica. Eataly Smeraldo mantiene il suo classico format: mangiare, comprare e imparare, 15 luoghi di ristorazione tematici e informali con i relativi banconi per la vendita (Salumi, Formaggi, Carne, Pesce, Verdure, Fritto, Pasta, Pizza e Rosticceria) e 5 luoghi dedicati alla produzione artigianale a vista, la pasta fresca di Michelis, la panetteria con il suo forno a legna, la pasticceria 'Golosi di Salute' di Luca Montersino, il panino 'Ino' di Alessandro Frassica e la piadineria dei Fratelli Maioli. Non poteva mancare il Mozzarella Show: 'Miracolo a Milano' è un vero e proprio laboratorio caseario dentro lo Smeraldo, che tutti i giorni produce la mozzarella fiordilatte. Per il caffè, Eataly Smeraldo ha scelto Lavazza che presenta il concetto 'Tierra' al pian terreno, mentre al secondo piano avrà posto il Caffe Vergnano.

Il grande mercato presenta il meglio della produzione agroalimentare italiana di qualità con una particolare attenzione alle eccellenze lombarde: 30 prodotti su 100 saranno lombardi. L'enoteca, al secondo piano, espone tutte le migliori etichette del panorama italiano e internazionale, mentre il corner di Vino Libero sarà la destinazione imperdibile per gli amanti dell'Happy Hour. Accolgono il visitatore al piano terra la libreria di Librerie Coop e il reparto dedicato ai casalinghi con tutti gli accessori per la cucina e l'area per la cura del corpo. Un corner Unicredit interamente costruito con materiali Made in Italy permetterà ai milanesi e ai turisti italiani e stranieri di prelevare con estrema semplicità da un apposito ATM multilingue. Al secondo piano si trovano due aule didattiche disegnate da Arclinea e Valcucine. Qui, da maggio partiranno corsi di educazione alimentare per adulti e da settembre per i bambini, corsi di cucina e alta pasticceria organizzati in più incontri, laboratori pratici e teorici dedicati ad approfondire la conoscenza di specifici prodotti: centinaia di proposte per trascorrere ore piacevoli, imparando. Il Centro Congressi dominerà il negozio dall'ultimo livello, uno spazio modulare e divisibile in due sale da 70 persone l'una dotate di ogni tipo di servizio tecnico. Un'area destinata a meeting ed eventi per privati o aziende.

Nella nuova sede, Eataly ha dato grande spazio al design in omaggio alla città di Milano, capitale di questa forma di bellezza. Oltre alle aule progettate da Arclinea e Valcucine, il Ristorante Alice è stato affidato alle storiche aziende di design Riva 1920 e Knoll. Tutte le sedie di Eataly Smeraldo sono Kartell, gli arredi di Costa Group di La Spezia e di Lissoni di Lissone e la luce di Guzzini. Eataly ha scelto due donne per il Ristorante gourmet dello Smeraldo: Viviana Varese chef e Sandra Ciciriello maitre del ristorante 'Alice'. Il nome racchiude tutto quello che vuole esprimere: un mondo di fiaba, l'ambiente marino e l'universo femminile. Viviana, 39 anni, originaria di Salerno, è una stella Michelin che premia una cucina il cui protagonista è soprattutto il pesce. Eataly sarà aperto tutti i giorni dalle 10 a mezzanotte.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata