Dottoressa violentata a Bari: denuncia in ritardo, scarcerato presunto aggressore
All'uomo i giudici hanno concesso i domiciliari con braccialetto elettronico per il solo reato di stalking

La denuncia della dottoressa barese di essere stata violentata mentre era in servizio in una guardia medica è stata presentata troppo tardi e, per questo, secondo quanto riporta Repubblica, il Tribunale del Riesame di Bari ha disposto la scarcerazione del presunto aggressore. All'uomo, arrestato lo scorso 13 novembre, i giudici hanno concesso i domiciliari con braccialetto elettronico per il solo reato di stalking.

La presunta violenza risale al dicembre 2016 ma la donna l'ha denunciata solo 9 mesi più tardi. Il reato è quindi ritenuto improcedibile dal Tribunale perché, anche se "i fatti in contestazione possono essere valutati come realmente accaduti", spiegano i giudici del Tribunale del Riesame, la querela doveva essere presentata entro sei mesi dal fatto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata