Don Maurizio Pallù accolto a Firenze da canti religiosi
(LaPresse) Poca voglia di parlare per Don Maurizio Pallù, accolto all’aeroporto di Firenze da alcuni fedeli che lo hanno salutato con canti religiosi a ritmo di chitarra. Il missionario era stato rapito settimana scorsa in Nigeria e in seguito liberato. Atterrato in Italia, ha preferito sottrarsi alle domande dei giornalisti: “Scusate, ma ora voglio andare a casa”.