Don Contin, una vicina dello zio: Lo vedevo passare con donne
A Pomeriggio 5 il caso dell sacerdote padovano finito sotto inchiesta per favoreggiamento della prostituzione

Don Andrea Contin, il sacerdote padovano finito sotto inchiesta per favoreggiamento della prostituzione e violenza privata, arrivava con la sua auto davanti a casa dello zio, poi saliva insieme a donne nella Jaguar rossa che lasciava sempre parcheggiata. Lo ha raccontato una vicina di casa dello zio dell'ex parroco ai microfoni di Pomeriggio 5, condotto da Barbara d'Urso su Canale 5. La donna tutti i giorni vedeva arrivare don Andrea in compagnia di donne, sempre diverse.

Don Roberto Cavazzana, parroco di Carbonara di Rovolon, ha ammesso davanti al magistrato, come persona informata sui fatti e non indagata, di aver preso parte agli incontri a luci rosse organizzati da don Andrea Contin. A proposito di Roberto interviene Luca, il figlio dei proprietari del ristorante frequentato dal sarcedote:"Era una persona eccezionale, gentile, è stato importante per la nostra chiesa perchè prima che lui arrivasse era poco frequentata". E ha aggiunto: "Nessuno avrebbe immaginato fosse coinvolto in una cosa così, era insospettabile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata