Sciopero nazionale dei Cobas, venerdì nero per trasporti, scuola e sanità

Indetto da Usi, Confederazione Unitaria di Base, Sindacato Generale di Base e Sial Cobas contro la manovra e su questioni salariali. Disagi per chi viaggia in treno e per il trasporto urbano

Sciopero generale di 24 ore, venerdì 26 ottobre, in tutta Italia. Lo hanno indetto alcune sigle di base Usi, Confederazione Unitaria di Base, Sindacato Generale di Base e Sial Cobas che sono in grado di fermare (almeno in parte) il Paese nei settori dei trasporti, della scuola e della sanità. Lo sciopero è contro la manovra economica del governo giudicata "né popolare né espansiva" e, più in particolare, su questioni relative a: "salario, welfare, rappresentanza nei luoghi di lavoro, diritti universali, contro privatizzazioni e liberalizzazioni, per l'abolizione delle diseguaglianze, per la salute e sicurezza".

Ferrovie - Lo sciopero colpirà, come sempre, soprattutto il trasporto ferroviario locale. I treni funzioneranno nelle "fasce di rispetto" (6-9 e 18-21) ma resteranno fermi per tutto il resto del tempo dalle 21 di questa sera (giovedì 25) alle 21 di venerdì 26. Garantito anche il servizio (Leonardo Express) da e per l'aeroporto di Roma Fiumicino. Attivo il numero verde 800-892021 fino alle ore 23.00 di venerdì 26. Sul sito di Trenitalia è possibile verificare la previsione di servizio dei diversi treni . Frecce e Intercity dovrebbero funzionare: nell'elenco sul sito Fs, la gran parte sono confermati, alcuni funzioneranno in regime di garanzia (con le fasce di rispetto), poche le cancellazioni. Telefonando, in genere, si riceve la risposta che i treni previsti in servizio funzioneranno regolarmente ma che potrebbero esserci delle variazioni anche all'ultimo momento. Problemi (almeno teorici) anche per i treni a lunga percorrenza che partono nelle ore "di rispetto", scadute le quali, il personale potrebbe decidre di scioperare. Anche Italo ha pubblicato una tabella con i treni garantiti. Lo sciopero nel comparto aereo interesserà invece soltanto il personale dei due aeroporti di Milano (Linate e Malpensa) e Bologna.

Scuola - Come sempre, nelle scuole, saranno presidi e insegnanti ad avvisare le scolaresche con anticipo. In genere l'insegnante che sciopera avverte i suoi allievi ma non è obbligato a farlo. Nel caso, le scuole provvederanno a personale supplente e, in alcuni casi, previo accordo con le famiglie, i ragazzi potranno tornare a casa.

Sanità - Garantiti, come sempre, i servizi d'urgenza. Le sale operatorie rischeduleranno gli interventi non urgenti, gli ambulatori funzioneranno o non funzioneranno in base alle presenze del personale. Sempre prudente informarsi è prima.

Trasporti Milano - A Milano l'agitazione del personale viaggiante e di esercizio è prevista: in metropolitana: dalle 18 al termine del servizio (e non anche dalle 8.45 alle 15 come precedentemente comunicato dai sindacati); in superficie: dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio (come precedentemente comunicato dai sindacati). Nel rispetto delle disposizioni in materia di informazione all'utenza, le percentuali medie complessive di adesione registrate nel corso delle ultime astensioni proclamate dalle medesime sigle, sono disponibili per Atm Spa sul sito internet dell'azienda.

Trasporti Roma - A Roma l´agitazione interesserà i collegamenti Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo) e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl. Saranno comunque in vigore le fasce di garanzia: servizio regolare fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20.

Possibili riduzioni di servizio nelle altre fasce orarie: rete notturna notte 25/26 ottobre; fascia 8.30-17.00; 20.00-fine servizio diurno e notte 26/27 ottobre (limitatamente a rete metro e tram 8).

Nelle stazioni metroferroviarie possibili interruzioni di servizio di: biglietterie, scale mobili, ascensori e montascale

Nel precedente sciopero generale di 24 ore ridotto a 4 ore del 27 ottobre dell'anno scorso, l´adesione è stata del 29.2% per la rete di superficie, mentre per le metropolitane e per le ferrovie Roma-Lido, Roma-Viterbo e Termini-Centocelle l´adesione è stata del 7%

 

 

 

Circoleranno invece regolarmente le Frecce di Trenitalia (l'agitazione proclamata da alcuni sindacati autonomi scatterà per le ferrovie alle 21 di questa sera per concludersi alle 21 di domani): garantiti anche i treni il cui arrivo è previsto per stasera entro le 22, un'ora dopo quindi l'inizio dello sciopero. Sarà inoltre assicurato il collegamento fra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino. Per i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nelle fasce orarie più frequentate dai pendolari (6-9 e 18-21).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata