Domani alla GAM di Torino corso Storia dell'Arte con Furio Honsell

Torino, 16 dic. (LaPresse) - Domani giovedì 17 dicembre si terrà l'ultimo appuntamento con il corso di Storia dell'arte organizzato dalla Fondazione Torino Musei per raccontare, attraverso la voce di eccezionali personalità del mondo dell'arte e della cultura, gli artisti e i grandi capolavori dell'arte, ma anche per spiegare come si guarda un capolavoro, cosa lo rende tale, quali regole compositive sono alla base dell'estetica, e anche quali emozioni compongano la sinfonia dell'opera d'arte.

Il corso di Storia dell'arte prevede appuntamenti al mattino riservati alle scuole secondarie superiori (su prenotazione) e incontri serali aperti a tutti. Gli incontri si svolgono in sala conferenze GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea in Corso Galileo Ferraris, 30 a Torino.

Il quarto appuntamento del ciclo di incontri è con Furio Honsell: 'Dal doppio ritratto di Luca Pacioli alla matematica nascosta nei quadri'. Alle ore 11 è riservato scuole (su prenotazione) mentre alle ore 18 è aperto a tutti senza prenotazione.

"Piuttosto che parlare di 'Arte e Matematica' vorrei provocarvi sostenendo che 'Arte è Matematica'.

Pensate al De Prospectiva Pingendi, al De Architectura e al De Divina Proportione, a Leibniz che sosteneva che 'la musica sia il piacere che la mente umana prova quando conta senza rendersene conto' - ha dichiarato il matematico Furio Honsell - Lo stile è irriducibile ad un algoritmo oppure può essere simulato con sufficiente accuratezza? Con questi interrogativi in mente cercheremo di leggere la matematica nascosta nei quadri. Partendo dal doppio ritratto di Luca Pacioli, toccheremo l'arte anamorfica, osserveremo le Lune e discuteremo il realismo nell'arte".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata