Dolce e Gabbana, pm chiede 2 anni e 6 mesi per evasione fiscale

Milano, 29 mag. (LaPresse) - Il pm Gaetano Ruta ha chiesto di condannare a 2 anni e 6 mesi Domenico Dolce e Stefano Gabbana. I due stilisti sono imputati a Milano per dichiarazione infedele e omessa dichiarazione con altre 5 persone. Per l'accusa, infatti, la casa di moda avrebbe evaso circa 1 miliardo di euro anche grazie ad alcune società con sede in Lussemburgo.

Per l'accusa i due stilisti avrebbe evaso circa 400 milioni di euro ciascuno, a cui si aggiungono altri 200 milioni che sarebbero stati evasi attraverso la Gado, societa' con sede in Lussemburgo, controllata all'80% dalla D&G Srl. Il pm Gaetano Ruta in aula ha spiegato che la Gado è "una costruzione societaria assolutamente artefatta e funzionale soltanto alla commissione dell'evasione fiscale''. "La tassazione in vigore in Lussemburgo ha consentito a Dolce e Gabbana di ottenere un notevole vantaggio sul piano fiscale - ha agginto - Dolce e Gabbana sono i due soggetti che hanno maggiormente beneficiato di questa operazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata