Doina Matei, sentenza su semilibertà dopo foto Facebook
La giovane uccise nel 2007 una ragazza nella metropolitana di Roma con un colpo di ombrello

Il tribunale di Venezia decide oggi sul ripristino o meno del regime alternativo al carcere per Doina Matei, la giovane condannata per aver ucciso con un colpo di ombrello una ragazza nella metropolitana di Roma. I fatti risalgono al 2007: per la morte di Vanessa Russo, Matei venne condannata a 16 anni di carcere. Dopo aver scontato metà della pena, la trentenne di origini romene ha ottenuto la semilibertà e ha cominciato a lavorare fuori dal carcere. Il mese scorso dopo le polemiche suscitate dalla pubblicazione su Facebook di alcune fotografie che la ritraevano sorridente in spiaggia, alla giovane è stata sospesa la semilibertà. I giudici devono decidere se rendere la revoca definitiva. La procura ha chiesto il ripristino della semilibertà, e la stessa richiesta è arrivata dal difensore della giovane, Nino Marazzita.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata