Diciotti, psicologa di Msf: "Un ragazzo tenuto al buio per un anno, un altro ferito a una spalla"
"Uno di loro non riusciva a vedere bene, aveva le pupille dilatate, mi ha raccontato di essere stato detenuto al buio, torturato e ricattato per un anno; a un altro avevano sparato quando aveva 15 anni": sono solo alcuni dei racconti di Nathalie Leiba, psicologa di Msf che ha assistito a Catania alcuni dei 27 minori sbarcati dalla nave Diciotti.