Delitto Del Gaudio, testimone: Non ho visto nessuno fuggire
Le testimonianze raccolte durante Pomeriggio

"Antonio Tizzani ha urlato in direzione della casa del figlio Paolo, che abita qui vicino, e diceva 'perché l'ha fatto?' per ben tre volte. Lo ha detto in terza persona, l'ho sentito chiaramente perché erano le 00.30 e c'era silenzio. Però non ho sentito nessun litigio e nemmeno qualcuno che sia fuggito nel vialetto qui davanti". Così un testimone, che non ha voluto mostrare il volto, intervistato a Pomeriggio 5 per il delitto di Gianna Del Gaudio.

Altre testimonianze arrivano da Rimini, luogo in cui da 30 anni la coppia trascorreva le vacanze estive e una dipendente dell'Hotel Gemma afferma: "Erano una famiglia perfetta, o almeno così apparivano". A confermare ciò ci sono anche le parole della proprietaria dello stabilimento balneare che da 30 anni frequentavano: "Erano una famiglia felice e Gianna non aveva nessun livido". Dello stesso avviso anche la pizzaiola, che spesso ha visto la coppia che si recava a mangiare nel suo locale: "Erano sempre allegri e sorridenti. Erano una famiglia semplice e non ho mai visto alcun livido su Gianna".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata