Dal primo luglio arriva lo stop alla busta paga in contanti
Primo luglio 2018: arriva lo stop alla busta paga in contanti. Cambiano le regole per assecondare l'obbligo della tracciabilità dello stipendio, previsto dall''ultima legge di Bilancio. Si tratta di una misura che punta a prevenire gli abusi ed evitare truffe come quelle delle "false buste paga", con retribuzioni inferiori rispetto al dovuto corrisposte ai lavoratori. La misura è valida anche per Co.co.co., mentre sono esenti i rapporti di lavoro con la Pubblica amministrazioni, i collaboratori domestici come colf, baby sitter o badanti e i compensi per gli stage