Da nord a sud, la pioggia non dà tregua: il meteo del 19 e 20 marzo
Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni dell'Aeronautica militare per lunedì 19 marzo sull'Italia.

Al nord: cielo coperto su tutte le regioni con piogge diffuse e nevicate, anche a quote pianeggianti su triveneto, Lombardia ed Emilia-Romagna; graduale aumento della quota neve dalla tarda mattinata con progressivo assorbimento dei fenomeni, tranne per qualche debole, residua preciptazione che insisterà ancora su Trentino Alto-Adige, Alpi e prealpi lombarde e sulla Romagna. Irregolarmente nuvoloso sulla Liguria con isolati temporali, in miglioramento dal pomeriggio.

Al centro e Sardegna nuvolosità irregolare, a tratti intensa, su Sardegna, Toscana, Lazio, Umbria e Marche, con piogge e temporali. Migliora, nel pomeriggio, sull'isola e successivamente sulle aree costiere tirreniche. Molto nuvoloso per nubi medio-alte sull'Abruzzo con precipitazioni limitate alle cime montuose. Nevicate sulla dorsale appenninica oltre i 1200-1300 metri. 

Al sud e Sicilia molte nubi sui versanti tirrenici peninsulari con piogge sparse e temporali che saranno più frequenti nel pomeriggio. Irregolarmente nuvoloso sulla Sicilia con qualche debole rovescio in mattinata. Migliora dal pomeriggio. Estesa nuvolosità medio-alta, sulle altre zone, con isolati piovaschi, con nubi che tenderanno a diradarsi nel pomeriggio.

Temperature: minime in diminuzione al centro e al nord specie su Triveneto, Emilia-Romagna e aree pianeggianti della Lombardia: massime in calo generalizzato, più marcato al nord-est. Venti: moderati dai quadranti occidentali sulle regioni centro-meridionali, con rinforzi sulle aree costiere di Sardegna, bassa Toscana e Lazio; moderati orientali al nord con marcati rinforzi di bora sul Friuli Venezia-Giulia e sulle aree costiere dell'alto Adriatico; moderati nord-occidentali su Liguria e alta Toscana, tendenti a rinforzare localmente. Per fine giornata si prevede una generale attenuazione dell'intensità del vento. Mari: da agitati a molto agitati il mar di Sardegna, le bocche di Bonifacio ed il Tirreno centrale, con moto ondoso in lenta attenuazione da ovest; molto mossi o agitati il canale di Sardegna, il basso Tirreno e l'Adriatico settentrionale; generalmente molto mossi i restanti mari.

Le previsioni dell'Aeronautica militare per martedì 20 marzo sull'Italia.

Al nord: al mattino molte nubi ovunque con deboli piogge sulla romagna e nevicate altrettanto deboli sui rilievi alpini oltre i 700 metri; nel pomeriggio temporaneo miglioramento con assorbimento dei fenomeni e contestuale attenuazione della copertura su Liguria centrale, Piemonte orientale, Lombardia occidentale, aree alpine lombarde e sul Trentino-Alto Adige; in serata attesa di una nuova intensificazione della nuvolosità sul gran parte del settore con deboli nevicate sulle Alpi occidentali e sui rilievi appenninici emiliano-romagnoli a quote di bassa collina. 

Al centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto con piogge, rovesci e temporali che dalla Sardegna si estenderanno dalla tarda mattinata alle areemeridionali di Toscana, Umbria e Marche, ed in forma più diffusa al Lazio e all'Abruzzo; in serata poi i fenomeni tenderanno a coinvolgere le restanti zone peninsulari, eccezion fatta per la porzione più settentrionale della Toscana. Tali precipitazioni assumeranno carattere nevoso dal pomeriggio sui rilievi appenninici abruzzesi a partire dai 1000-1100 metri e si estenderanno in serata alle restanti aree appenniniche centrali con quota neve in rapido abbassamento fino ai 500 metri, e fino a quote prossime alla pianura sulle Marche; atteso qualche fiocco di neve in serata anche sui rilievi sardi a partire dai 900-1000 metri. 

Al sud e Sicilia: al mattino nuvolosità in rapida intensificazione a partire dal settore tirrenico con deboli fenomeni sparsi su Sicilia, Campania e Puglia; dal pomeriggio deciso peggioramento con precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale su Sicilia centroccidentale, Molise, Campania, Basilicata tirrenica e Puglia garganica, in estensione serale al restante meridione; i fenomeni potranno assumere carattere di forte intensità lungo le aree tirreniche di Campania meridionale, Basilicata e Calabria e saranno nevose in serata, seppur di debole intensità, sul Molise occidentale oltre i 1200 metri. 

Temperature: minime in calo sulle aree alpine, regioni centrali peninsulari ed aree ioniche; in lieve rialzo sull'Emilia Romagna; senza variazioni di rilievo altrove. Massime in diminuzione su Alto-Adige, basso Piemonte, Sardegna, Sicilia occidentale e regioni centromeridionali adriatiche; stazionarie sulle restanti aree alpine, coste ed immediato entroterra del Lazio, Campania e Basilicata occidentale; in aumento sul resto del paese. Venti: deboli orientali in valpdana; moderati dai quadranti settentrionali sul resto del nord, Sardegna, Toscana, Marche, Umbria ed alto Lazio con ulteriori rinforzi su Liguria, coste settentrionali adriatiche e sull'isola; moderati meridionali altrove e fino a forti sulle regioni ioniche. Mari: da molto agitati a grossi il mare e canale di Sardegna; da agitato a molto agitato il Tirreno meridionale ad ovest; da molto mossi ad agitati il mar Ligure, il restante Tirreno, lo stretto di Sicilia e lo Ionio; da mosso a molto mosso l'Adriatico.

 

 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata