Da Farnesina e Vaticano ancora nessuna novità sul gesuita Dall'Oglio

Roma, 31 lug. (LaPresse) - Ancora nessuna novità dalla Farnesina e dal Vaticano sul presunto ma mai confermato rapimento del gesuita Paolo Dall'Oglio, scomparso nel nord della Siria da domenica scorsa. La Farnesina fa sapere che sono ancora in corso le verifiche del caso. Padre Paolo Dall'Oglio, 59 anni, da trent'anni in Siria promuoveva il dialogo interreligioso con il mondo islamico.

"Nell'omelia il Papa ha dedicato un pensiero a padre Dall'Oglio, su cui però non ci pronunciamo ancora", ha detto invece il direttore della sala stampa vaticana padre Federico Lombardi rispondendo ai giornalisti. "E' una persona estremamente coraggiosa che non ha paura dei rischi - ha aggiunto - e lo fa per motivi molto alti: siamo vicini a lui spiritualmente, pregando, ma non abbiamo notizie". "Ci auguriamo - ha concluso - che tutto presto si risolva".

Anche il ministro degli Affari Esteri Emma Bonino ha confermato, in audizione davanti alle commissioni riunite Affari esteri di Camera e Senato sui recenti sviluppi della situazione in Egitto e in Medio Oriente, questa linea: "Non abbiamo ancora conferme sulle sorti di padre dell'Oglio. "Tutti gli strumenti di intelligence - ha spiegato il ministro - sono stati attivati. In questi casi, tuttavia spesso ci sono scambi di ostaggi tra gruppi e quindi la situazione non è facilmente controllabile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata