Crolla palazzina a Ponte Milvio. Raggi: Nessuno rimarrà solo
A salvare i residenti da una possibile tragedia la prontezza di un inquilino insonne

Paura nella notte a Roma in zona Ponte Milvio, una delle mete preferite della 'movida' capitolina, per il crollo di una palazzina. Nessun ferito ma solo la prontezza di un inquilino insonne con le sue urla nel buio attorno alle 2.30 del mattino ha salvato gli abitanti dello stabile da quella che poteva essere una tragedia. Una situazione simile a quella accaduta il 20 gennaio su Lungotevere Flaminio, sempre nella zona di Roma nord, quando, anche in quel caso nel cuore della notte, tre piani di un lussuoso palazzo crollarono al suolo.

La struttura, otto abitazioni più uno studio legale, era già stata fatta evacuare poche ore prima dai vigili del fuoco che, su sollecito degli inquilini, in un sopralluogo avevano riscontrato lesioni e fessurazioni dello stabile, tali da sgomberare gli appartamenti. Ad alcuni di loro, circa una decina, però era stato consentito di rientrare in casa visto che una specifica zona dell'edificio non era stata considerata a rischio. Invece è stata proprio quella parte a crollare nel giro di una ventina di minuti. La procura capitolina ha immediatamente aperto un'inchiesta sull'accaduto. Fra le prime ipotesi delle cause la più plausibile sarebbe quella relativa ad alcune infiltrazioni d'acqua che avrebbero danneggiato le fondamenta ma Acea, società che gestisce la rete idrica, ha immediatamente smentito spiegando di aver effettuato approfondite verifiche già nella serata di ieri dopo una chiamata dei vigili del fuoco constatando l'integrità delle condotte transitanti in prossimità della palazzina.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata