Crisi idrica e incendi a Roma, incontro tra Regione e Acea
Intanto la sindaca Virginia Raggi chiede aiuto al governo

Va avanti la cabina di regia tra Regione Lazio e Acea per risolvere l'emergenza idrica di Roma. Secondo quanto si apprende, la Pisana e la municipalizzata dell'acqua capitolina sarebbero vicine a una soluzione condivisa che, fonti assicurano, arriverà entro venerdì. Quello è il termine fissato per evitare il razionamento delle risorse idriche per un milione e mezzo di cittadini. Obiettivo del tavolo di lavoro comune è garantire il servizio ai cittadini mitigando i disagi anche a tutela degli aspetti igienico sanitari e ambientali.

In relazione alla disponibilità offerta dalla Regione Lazio ad Acea Spa di incrementare altre fonti di approvvigionamento per sopperire all'ordinanza di blocco di captazione dal Lago di Bracciano, si comunica che in data odierna la Regione ha ricevuto una comunicazione ufficiale da parte di Acea Spa, in cui ci viene formalizzato quanto già in precedenza dichiarato, e cioè che "le fonti di approvvigionamento attualmente in uso destinate al fabbisogno idropotabile di Roma Capitale, con la sola eccezione di Bracciano, non possono essere allo stato incrementate della loro portata derivata". Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata