Cremona, tenta di uccidere la sorella invalida e poi si consegna

Cremona, 29 gen. (LaPresse) - Dramma in una villetta di Pianengo, località alle porte di Crema. Dopo aver accoltellato la sorella invalida di 46 anni mentre dormiva, A.G., operaio disoccupato 47enne, terminato il raptus omicida ha contattato in stato confusionale il 113. Ad attendere gli agenti sul cancello della villetta proprio l'autore del tremendo gesto il quale, qualche istante dopo, quasi ancora in trance, conduceva gli agenti all'interno della camera da letto della donna la quale, ferita gravemente ma tuttavia ancora lucida invocava aiuto. In pochi minuti gli operatori del 118 trasportavano la donna presso il pronto soccorso dell'ospedale cremasco dove è ancora ricoverata in gravissime condizioni a seguito dei feroci fendenti ricevuti dal fratello. L'operaio disoccupato veniva tratto in arresto per il reato di tentato omicidio e tradotto presso il carcere di Cremona.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata