Costrette a prostituirsi con violenze e riti voodoo, 5 arresti a Catania

Sono accusate di aver gestito una tratta di ragazze, anche minorenni, dalla Nigeria e dalla Libia minacciate con riti voodoo, sottoposte a privazioni e violenze e costrette a prostituirsi. Ci sono anche due sorelle nigeriane residenti a Catania tra le 5 persone arrestate dalla polizia nell'ambito di un'indagine avviata grazie alle dichiarazioni di una giovane che dopo diversi mesi di sfruttamento è riuscita a scappare dai suoi aguzzini. Le due donne avrebbero gestito quella che è risultata una "fiorente attività economica" nel settore della tratta di esseri umani. Le vittime venivano fatte venire in Italia coi barconi. Nel video della polizia l'arresto di uno degli indagati.