Costa Concordia, Galletti: Non accetto richiami, neanche dalla Francia

Milano, 17 lug. (LaPresse) - "In Francia per il trasferimento della Costa Concordia non possono essere più preoccupati di quanto lo siamo stati noi in questi mesi. Abbiamo fatto studi e ricerche, abbiamo dato prescrizioni molto retrittive alla Carnival, che è la responsabile del trasferimento". Così Gian Luca Galletti, ministro dell'Ambiente, a margine dell'incontro informale dei ministri dell'Ambiente e del Lavoro in corso a Milano. A sollevare dei dubbi era stata il ministro francese dell'Ecologia, dello sviluppo sostenibile e dell'energia, Segolene Royal, rispondendo al sindaco di Bastia in Corsica. "Non accetto che qualcuno possa richiamarmi ai doveri di controllare il nostro mare, perché questa è la nostra prima preoccupazione". "Siamo al Giglio da giorni proprio per controllare che queste prescrizioni siano osservate - ha proseguito - l'operazione Concordia non si concluderà con l'arrivo della nave a Genova, ma quando i fondali del Giglio saranno restituiti ai gigliesi e agli italiani come erano prima dell'incidente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata