Coronavirus, segnalazione in procura su imprenditore vicentino

Milano, 4 lug. (LaPresse) - "Noi oggi abbiamo presentato in procura una segnalazione e ravvisiamo dei profili per una colpevolezza di questa persona, che partono dalla mancata collaborazione con le autorità sanitarie al rischio di provocare un'epidemia", in quanto "portatore di un contagio". Lo ha annunciato in conferenza stampa Giovanni Pavesi, direttore generale dell'Ulls 8 Berica, a proposito del caso dell'imprenditore 65enne vicentino, reduce da un viaggio in Serbia in auto, che è positivo e si trova in terapia intensiva.

L'imprenditore - ha spiegato Pavesi - "è stato sottoposto al tampone domenica scorsa", "non accetta di essere ricoverato e firma per entrare a casa, dà sicurezza di abitare da solo in un'abitazione a Sossano molto ampia. Lo teniamo monitorato. Ci ripresentiamo a casa mercoledì mattina". Dopodiché inizia il ricovero in ospedale. Il 65enne "si trova in terapia intensiva, la prognosi è ancora riservata, ma abbiamo un moderato ottimismo". Per quanto riguarda le altre tre persone a bordo dell'auto, "uno è quasi asintomatico, un altro è paucisintomatico e un altro ancora ha anche lui pochi sintomi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata