Coronavirus, Ippolito (Spallanzani): Preoccupa aumento pazienti intensiva

Milano, 1 ott. (LaPresse) - I dati del bollettino giornaliero sul coronavirus? "Dobbiamo interpretare questi dati con molta attenzione, prima di tutto perché questi sono positivi che noi abbiamo trovato grazie anche a un grande impegno dello Stato a fare tanti tamponi. Il dato forse più preoccupante è l'aumento dei pazienti ricoverati con sintomi progressivi nelle regioni e l'aumento dei pazienti in terapia intensiva". Lo ha detto Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto nazionale malattie infettive 'Lazzaro Spallanzani' di Roma, ad 'Agorà' su Rai3. "Sicuramente, l'indicatore del numero dei ricoverati con sintomi più o meno gravi e il numero dei pazienti in terapia intensiva è il segno che il virus continua a circolare e trova persone che per condizioni personali, per malattie pregresse, per età sono più suscettibili a una forma più grave e questa può essere anche mortale", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata