Coronavirus, in isolamento sacerdoti comunità San Luigi dei Francesi

Roma, 1 mar. (LaPresse) - "La comunità di San Luigi dei Francesi, responsabile dell'omonima chiesa, è stata informata, così come l'unità di vigilanza sulla situazione legata al coronavirus istituito dalle tre ambasciate francesi a Roma, del ricovero presso l'ospedale Bichat di Parigi di un sacerdote che è rimasto nella comunità fino alla sua definitiva partenza il 15 febbraio scorso. A quest'ultimo è stato diagnosticato Covid-19 il 25 febbraio ed è stato ricoverato in ospedale il 28. Le sue condizioni non sono motivo di preoccupazione. Per precauzione, è stato deciso di sospendere le messe e di chiudere la Chiesa alle visite turistiche. Anche i sacerdoti residenti a San Luigi sono stati messi in isolamento. L'unità di monitoraggio dell'Ambasciata francese a Roma è in contatto con l'agenzia sanitaria regionale Ile-de-France e con l'agenzia sanitaria della Regione Lazio in merito al seguito dato alle misure precauzionali adottate". È quanto si legge in una nota pubblicata sul sito dell'Ambasciata di Francia in Italia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata