Coronavirus, i riders partenopei: "Abbiamo paura ma non possiamo fermarci"

I corrieri a due ruote confessano le loro paure a svolgere un lavoro che li obbliga al contatto con più persone

(LaPresse) L'emergenza coronavirus colpisce anche i rider, tra le professione più esposte visti i tanti contatti con le persone. I corrieri a due ruote napoletani confessano le loro paure a svolgere un lavoro che li obbliga al contatto con più persone. Tanti i timori ma anche una certezza: non potersi fermare perchè hanno bisogno di lavorare. "L'importante è scendere attrezzati, mascherine e guanti", spiega uno dei rider.