Corona resta in carcere. Corte Cassazione: Ricorso inammissibile
L'ex re dei paparazzi era stato arrestato lo scorso 10 ottobre

Fabrizio Corona deve restare in carcere. La Corte di Cassazione, infatti, ha ritenuto "inammissibile" il ricorso presentato dall'ex re dei paparazzi e dai suoi legali contro la decisione del tribunale del Riesame di Milano del 27 ottobre scorso, che ha confermato la misura cautelare per Corona. L'agente fotografico era stato arrestato il 10 ottobre per intestazione fittizia di beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali relative alle misure di prevenzione.

Nella casa della sua collaboratrice Francesca Persi, finita anche lei a San Vittore e adesso agli arresti domiciliari, la polizia aveva trovato 1,7 milioni di euro in contanti nascosti in un controsoffitto. Altri 900 mila euro, invece, erano depositati in due cassette di sicurezza  a Innsbruck, in Austria.

Il verdetto della Suprema Corte è stato emesso dalla Seconda sezione penale. Il processo milanese per Corona e Persi, ancora alle battute iniziali, riprenderà il prossimo 9 marzo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata